Mapping

Dal 2019, Bologna Children’s Book Fair è partner del progetto quadriennale “Mapping - Una mappa sull’estetica delle arti performative per la prima infanzia”, progetto di ricerca artistica sostenuto dall’Unione Europea dedicato al rapporto tra la prima infanzia nelle sue diverse età (i bambini da zero a 6 anni) e le arti performative.

“Mapping” si propone come una mappatura sperimentale, una ricerca sul campo che coinvolge performers, ricercatori e illustratori di libri per l'infanzia, ai quali viene affidato il compito di interpretare il concetto di bambino spettatore di un evento performativo (teatro, danza, musica, circo, ecc.) in cui artista e spettatore convivono.
Nell’ambito del progetto, a cui partecipano 18 partner di 17 paesi, tra cui La Baracca – Testoni Ragazzi, Teatro per la Gioventù e l’Infanzia della città di Bologna, l’obiettivo di Bologna Children’s Book Fair è di creare un’interazione tra le arti performative e il mondo dell’illustrazione e della letteratura per la prima infanzia.

Il progetto prevede ogni anno una selezione di artisti che partecipano al concorso di illustrazione “Il bambino spettatore”. Nel 2023, la mostra finale presenterà una selezione di tutte le opere candidate negli anni precedenti. Le opere degli illustratori saranno esposte insieme ai lavori di quattro artisti internazionali ospiti: Katsumi Komagata (Giappone), Manuel Marsol (Spagna), Fabian Negrin (Argentina ) e Klaas Verplancke (Belgio).

Segui Mapping

Facebook Fanpage: @mappingproject.eu
Intagram Profile: @mappingproject.eu

#MappingProject - #MappingFestival - #theatreforearlyyears  - #TEY 

RITORNA