59th edition
21-24 Marzo 2022
Bologna- Italy

Beatrice Alemagna

Artista, Italia

Alemagna

Beatrice Alemagna è autrice-illustratrice di oltre quaranta libri tradotti in 25 paesi.
Nata a Bologna nel 1973, dopo gli studi in grafica editoriale all'Isia di Urbino, si trasferisce a Parigi nel 1997 e intraprende la carriera di autrice-illustratrice prima in Francia e poi nel resto del mondo.
Crea manifesti per il Centre Georges Pompidou, oggetti e giocattoli e partecipa a giurie e concorsi internazionali.
Nel 2006 il libro "Un leone a Parigi" riceve la Menzione speciale alla Fiera del Libro di Bologna come miglior albo dell'anno e a Taipei nel 2007.
Nel 2011 vince il premio Andersen Italia come illustratore dell'anno, continuando ad esporre le sue illustrazioni in numerose personali tra cui quelle alla JugendBibliotek di Monaco, al salone del Libro di Montreuil (Parigi), all'American Society of Illustrators di New York o al museo storico Archiginnasio di Bologna e venendo selezionata sette volte all’Astrid Lindgren Memorial Award, e due volte al premio Andersen International, nel 2019.
Beatrice Alemagna ha illustrato autori come David Grossmann, Agota Kristof, Raymond Quenau, Aldous Huxley, Guillaume Apollinaire, David Almond, Astrid Lindgren e più volte Gianni Rodari, che considera uno dei suoi padri spirituali.
I suoi libri sono pubblicati da editori quali Albin Michel, Topipittori, Harper Collins, Tate Publisher, l’Ecole des loisirs, Thames & Hudson, Enchanted Lion, Mondadori, Hélium, MoMA, Seuil, Autrement , Gallimard, Phaïdon, Casterman e Walker Books.
Nel 2015, l'Huffington Post ha incluso "Un Lion à Paris" nella lista dei libri classici per bambini. Nello stesso anno, due dei suoi libri (Gisèle de verre e Jo singe garçon) sono apparsi nel prestigioso "100 Great Picture Books for Children" di Martin Salisbury.
Nel 2017, l’albo "Un grande giorno di niente" è stato premiato con la medaglia d'oro alla Society Illustrators di New York negli Stati Uniti, il Prix Landerneau, il Grand Prix dell'illustrazione di Moulins, ricevendo il titolo di uno dei dieci migliori albi dell'anno dal New York Times (titolo attribuito anche a “Gisèle de verre” nel 2019), il premio dell'Associazione Biblioteche di Londra nel 2018 e il premio Huckepack in Germania nel 2019.
Il suo libro "Che cos'è un bambino?" (Topipittori 2008) è stato acquistato nel 2013 dal governo messicano per tutte le scuole del Messico e, nel 2018, da tutte le scuole elementari di Hiroshima (Giappone).
Da qualche anno, Beatrice Alemagna si dedica alla pittura. Nel 2021 i suoi disegni saranno esposti in due mostre personali a Parigi e in una mostra a Wanås(Svezia).

 


   RITORNA